MD.Professionale

Cerca
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso.Accept Read More
Privacy & Cookies Policy

Vai ai contenuti

La Legge

Legislazione

Vi chiediamo un attimo di attenzione :

Con la compilazione di questa pagina speriamo di chiarire le idee a chi si trova nella situazione di confusione e preoccupazione sui risvolti penali che questo bellissimo passatempo potrebbe causare .

I metaldetector sono strumentazioni elettroniche di libera vendita e libero utilizzo se si rimane nei limiti della legge ( autunno 2014) e dunque possederne uno o più non è reato .

Implicazioni penali si hanno quando l'utizzo di un cercametalli è mirato alla ricerca archeologica o molto più in generale al recupero di antichi manufatti sepolti . In Italia E' VIETATA LA RICERCA ARCHEOLOGICA NON AUTORIZZATA IN QUALSIASI SUA FORMA PERCIO’ E’ GIUSTO E DOVEROSO PRECISARE CHE TUTTO CIO’ CHE VIENE RITROVATO SOTTO TERRA OCHE PROVIENE DA SOTTO TERRA APPARTIENE DI DIRITTO ALLO STATO (CIOE’ A TUTTI I CITTADINI) .


Dove NON possiamo e NON dobbiamo cercare
perchè
Ogni volta che un cercatore viene colto in errore mette in cattiva luce anche TUTTI gli altri

aree archeologiche

Parchi naturali

Rovine e ruderi

Aree centuriate

Antiche strade

Cantieri

Castelli

Cimiteri abbandonati



............. E qualsiasi altro luogo che il nostro buon senso ci consiglia

Terreni con cocci

Chiese e monumenti

Spiagge con bagnanti

In dettaglio :
la ricerca archeologica è vietata sia all’interno che all’esterno delle zone a vincolo. Chiunque venga trovato nell'atto di cercare all’interno di zone a vincolo archeologico anche se non ha trovato nulla incorre allo stesso modo in un reato. Nelle zone in cui non c’è vincolo si incorre in reato solo se trovati in possesso di oggetti antichi più di 50 anni. Tutti gli oggetti antichi più di 50 anni ritrovati devono esser consegnati alle autorità entro 24 ore dal ritrovamento con conseguente denuncia del ritrovamento. Le forze dell’ordine possono accertarsi se sono stati ritrovati reperti attraverso perquisizione in loco e a domicilio ,previa denuncia da parte di terzi , oppure accusando il fatto di possedere il piccone o la zappetta quale arma impropria e quindi per questo autorizzati alla perquisizione.

le zone archeologiche e quindi da evitare a livello locale possono essere individuate tramite:

Catasti comunali,provinciali o regionali. (è SUFFICENTE GUARDARE NEL PIANO REGOLATORE NEL SITO DEL PROPRIO COMUNE .... )
Sopraintendenza dei beni archeologici.( QUI LA COSA POTREBBE RISULTARE PIù COMPLESSA IN QUANTO A MENO DI AVER CONOSCENZE DIRETTE SPESSO SARESTE VISTI SOTTO UNA CATTIVA LUCE E NEL MIGLIORE DEI CASI RIMANDATI AL “PUNTO” PRECEDENTE)
Tutti i parchi regionali o nazionali rientrano nelle zone off-limits poiché in molte aree non si può rovinare la flora del sottobosco e in questo caso quindi nemmeno far piccoli buchi. ( E PER QUESTO SAREBBE SUFFICENTE IL BUON SENSO PER CAPIRLO)
INOLTRE è OPPORTUNO E DOVEROSO EVIDENZIARE CHE Chiunque esegue ricerche archeologiche senza concessione, ovvero non osserva le prescrizioni date dall’amministrazione, è punito con l’arresto fino ad un anno e l’ammenda da euro 310 a euro 3.099.

Riguardo alle MONETE:
MONETE Non è necessario denunciare la possessione di "monete antiche e moderne di modesto valore o ripetitive, o conosciute in molti esemplari o non considerate rarissime, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali “(L’art.2-decies n°109 Vs D.L. n.164 del 25/6/2005), ma questo non vale per monete trovate che invece devono essere sempre e comunque denunciate in quanto non ci è dato sapere se hanno o meno una rilevanza storica per il contesto specifico nel quale le abbiamo rinvenute

Riguardo alla SPIAGGIA :
La ricerca in spiaggia è consentita sicuramente fino a 6 metri dalla battigia in quanto il terreno per legge è di proprietà dello stato e non è in gestione di alcuno. Nello stabilimento balneare purtroppo non è chiaro se la ricerca è libera in quanto la spiaggia è data in gestione. Il gestore potrebbe essere contrario alla ricerca,quindi è sempre consigliato chiedere il permesso.La gestione delle spiagge però non dura solitamente oltre la stagione balneare (solitamente fino al 15 settembre o entro i 15 giorni successivi ),quindi dopo questa data indicativa la ricerca è assolutamente consentita.

Riguardo alle ARMI ...Senza entrare in dettaglio ricordiamo che si è penalmente perseguibili se trovati in possesso di armi , parti di armi , munizionamento e materiale esplodente non regolarmente denunciati .

MD.Facile | Metal Detector | Accessori | Risorse | Consigli ... | Legislazione | Video e Test | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu